Assistenza

Siamo qui per aiutarti
+39 091 7574592

Orario Uffici:

L 
16:30-19:30
M/M/G/V/S 
10-13:00 – 16:30-19:30 
D e F chiuso
Immagine per il produttore Alberto Beneventi

Alberto Beneventi

Alberto Beneventi è nato nel 1950 a Pavullo nel Frignano, in provincia di Modena, ove vive e lavora. Tra le esposizioni collettive a cui ha preso parte, di particolare significato è stata la rassegna che, nel 2004, ha visto sue opere accanto ai quadri di Mario Schifano e degli altri autori del gruppo romano di Piazza del Popolo e la mostra che, sempre nello stesso anno, alla Galleria Petruso Arteincornice di Torino ha affiancato suoi quadri a quelli di maestri riconosciuti come Mauro Reggiani, Gianfranco Ferroni e Giovanni Cappelli. Tra le mostre personali spiccano l’esposizione alla Galleria Cortina di Milano, con presentazione in catalogo di Roberto Armenia e quella, nel 2005, a Pavia presso la Libreria Edizioni Cardano con presentazione in catalogo di Gaspare De Caro e Roberto De Caro. In entrambe queste esposizioni, che sono state promosse e organizzate dall’Adac di Modena, il suo lavoro ha riscosso ampio successo: apprezzato dal pubblico e dalla critica. Nel novembre 2005 e 2007 ha preso parte al Concorso La Fenice et des artistes di Venezia. Diverse sue opere sono state pubblicate nel corso degli ultimi anni dalla prestigiosa rivista di arte e cultura Hortus Musicus che in ben due occasioni, nel 2004 e nel 2005, ha dedicato l’intera copertina ai suoi lavori. Alberto Beneventi figura tra gli artisti presenti nel catalogo “13x17” curato da Philippe Daverio e stampato nel 2007 da Rizzoli. Tra le mostre personali di Alberto Beneventi si annoverano quella alla Rocca Sforzesca di Dozza nel 2007 e l’anno seguente, la stessa, si trasferisce presso il Palazzo dei Principi di Correggio. Successivamente, ha esposto con mostre personali al Palazzo Ducale di Pavullo, alla Basilica Sant’Ambrogio a Milano, al centro espositivo Mobelpe di Parigi, allo studio Bolzani di Milano e per ultimo, alla galleria Art Virus di Francoforte. Molte sue opere sono presenti in importanti collezioni privati e pubbliche in Italia e in Europa. Sul suo lavoro hanno scritto, tra gli altri, Cristina Muccioli, docente dell’Accademia di Brera, che ha curato la mostra di Francoforte, e Paolo Domini, Direttore della Galleria Civica di Pavullo, che ha curato la mostra di Parigi.

L approccio all' arte di Alberto Beneventi è iniziato quando aveva undici anni. Costretto da una malattia ad abbandonare la scuola per quasi due mesi si dedicò con grande impegno allo studio del latino, che già lo appassiona tanto, ed iniziò contemporaneamente a dipingere. Su carta, su piccole tele e tavolette, dapprima con gli acquerelli e, successivamente, con i colori ad olio. Tre erano gli autori che più gli piacevano e che cercava apertamente di imitare con esiti davvero incerti: Van Gogh, Modigliani e Utrillo. Ancora non conosceva lo straordinario artista che lo avrebbe in seguito profondamente influenzato, il lituano Chaim Soutine (Smilovichi 1893,Parigi 1943),amico fraterno di Modigliani nella Parigi dei primi anni 20,l autore che avrebbe influenzato profondamente tutta la grande pittura espressionista del secolo. L opera di Beneventi si inserisce infatti, come hanno subito intuito tutti i critici più avvertiti in occasione delle sue numerose mostre personali in Italia e all estero (Parigi e Francoforte in particolare), nel grande filone del neo-espressionismo. La sua poetica ruota attorno ad un unico tema, quello della condizione umana. Dalla sua pittura traspare una visione della vita che, paradossalmente, è dionisiaca ma anche drammatica. Beneventi ama la vita in modo profondo e coinvolgente ma, allo stesso tempo, è consapevole che ogni forma vivente, persone,animali,piante è destinata in modo ineluttabile all' incontro con il dolore, la vecchiaia e la morte. Ciò non è fonte di pessimismo ma al contrario stimola a vivere, per quanto possibile, una esistenza colma di passioni e, appunto, di gioia di vivere. I"Muri" di Beneventi, pur se l' intonaco oramai decrepito si va sgretolando, pur se i colori stanno svanendo sotto l azione del sole e del tempo, cercano ostinatamente di preservare e conservare, appunto, quegli ultimi segni dei sentimenti e delle passioni di uomini e donne che hanno vissuto negli anni dentro quelle mura oramai diroccate .

Alberto Beneventi è nato nel 1950 a Pavullo nel Frignano, in provincia di Modena, ove vive e lavora. Tra le esposizioni collettive a cui ha preso parte, di particolare significato è stata la rassegna che, nel 2004, ha visto sue opere accanto ai quadri di Mario Schifano e degli altri autori del gruppo romano di Piazza del Popolo e la mostra che, sempre nello stesso anno, alla Galleria Petruso Arteincornice di Torino ha affiancato suoi quadri a quelli di maestri riconosciuti come Mauro...

Alberto Beneventi

Muro 50x40 cm
€ 1.150,00

Alberto Beneventi

Muro 50x40 cm
€ 1.150,00

Alberto Beneventi

Muro 80x60 cm
€ 1.450,00

Alberto Beneventi

Muro 60x50 cm
€ 1.300,00

Alberto Beneventi

Muro 90x70 cm
€ 1.600,00

Alberto Beneventi

Muro 100x70 cm
€ 1.600,00

Alberto Beneventi

Palude 80x60 cm
€ 1.150,00