Assistenza

Siamo qui per aiutarti
+39 091 7574592

+39 339 2896464

Orario Uffici:

L 
16:30-19:30
M/M/G/V/S 
10-13:00 – 16:30-19:30 
D e F chiuso

Chi siamo

Angelo Di Gesaro - Fondatore

Angelo Di Gesaro

Fondatore

Nato professionalmente nell’ambito della editoria, ricoprendo incarichi direzionali per l’Utet, per la Treccani, Istituto dell'enciclopedia italiana e Zecca dello Stato. Ha sempre nutrito interesse e passione nei confronti dell’arte e nel 1987 fonda a Palermo il Centro d’Arte Raffaello. Lavora con artisti nazionali ed internazionali che hanno caratterizzato tutto il '900. Vulcanico, determinato, ancora oggi continua a mantenere un ruolo attivo all’interno dell’azienda.

Sabrina Di Gesaro - direttore artistico

Sabrina di Gesaro

Direttore artistico

Cresciuta respirando arte fin da bambina, si laurea in filosofia a Palermo. Grazie al suo entusiasmo rinnova la galleria di famiglia aprendo il 19 ottobre del 2018 una seconda sede dedicata all’arte contemporanea, con particolare attenzione agli artisti emergenti che si affacciano sul mercato internazionale. Ama le commistioni fra le arti e soprattutto apprezza e valorizza i talenti femminili. Organizzare eventi artistici è decisamente il suo tratto distintivo.

Giuseppe Carli

Giuseppe Carli

Critico d'arte

Nel 2011 consegue a pieni voti la laurea magistrale in storia dell’arte Contemporanea presso l’Università degli Studi di Bari. Impegnato nell’organizzazione di mostre ed eventi culturali, con partner privati ed istituzionali. La sua peculiarità è la curiosità! Sempre alla ricerca di nuove idee creative per la comunicazione e fruizione del bene culturale...poiché a lui piace portare l'arte fuori dai musei in luoghi di interesse comune, utilizzando i nuovissimi mezzi tecnologici.

Rossella Lo Bianco

Rossella Lo Bianco

Responsabile di galleria

Si laurea presso l'Accademia di Belle Arti di Palermo con 110 e lode. Nel 2006 ricopre il ruolo di docente presso l'Istituto Statale d'Arte di Palermo. Le sue conoscenze e competenze artistiche, le hanno permesso di sviluppare una visione dell'arte al di fuori dei canoni prestabiliti. Curatrice di numerose mostre, focalizza la sua attenzione sui grandi interpreti della storia moderna e contemporanea.

Tony Filippone

Tony Filippone

Fotografo

Classe 1987, attento osservatore del mondo, fotografo e fotoreporter. Racconta ciò che gli sta intorno grazie all’ausilio della sua reflex. Amante del bello e dell’arte, si perde nella musica, nel vintage e nei meandri dei musei.

Tony Filippone

Antonella Piazza

Amministrazione

Nata a Palermo nel '73, si è diplomata in ragioneria lavorando da subito come contabile. Da sempre i numeri sono la sua passione. Una delle sue migliori caratteristiche è la grande dedizione al lavoro mettendo al primo posto l'educazione e il rispetto.


Il Centro d'arte Raffaello nasce nel 1986 dall'idea di Angelo Di Gesaro il quale con grande spirito organizzativo ha saputo intraprendere in modo critico la vivacità artistica delle maggiori correnti del Novecento. Negli spazi espositivi, di via Resuttana 414 a Palermo, si sono avvicendate opere che vanno dal Cubismo di Carlo Carrà al Surrealismo di Joan Mirò e Salvador Dalì, fino al Neorealismo di Renato Guttuso e alla metafisica di De Chirico, passando per la Pop Art di Andy Warhol e ancora Fernando Botero, Mario Sironi, Filippo de Pisis, Ennio Morlotti e molti altri contemporanei come Antonio Navarra, Mario Schifano e Athos Faccincani. Inoltre, un’attenzione particolare è stata rivolta al panorama artistico siciliano con le sue caratteristiche specifiche e i suoi tratti originali espressi da grandi autori come: Totò Bonanno, Bruno Caruso, Salvatore Fiume, Gianbecchina, Emilio Greco, Piero Guccione, Meschis, oltre naturalmente al già citato Guttuso.

L’intraprendenza e la passione per l’arte hanno fatto sì che nel tempo il Centro d’Arte Raffaello si distinguesse per una serie di iniziative, mostre ed eventi che hanno contribuito ad annoverare Palermo tra le città d’arte esponendo opere di importanti pittori di levatura internazionale come ad esempio l’allestimento di un’intera rassegna dedicata a Pablo Picasso. Nel marzo del 2000 il Centro d’Arte Raffaello è stata la prima galleria privata ad allestire una mostra dedicata interamente a Joan Mirò divulgando le opere ad un pubblico vasto e curioso.

Sono tanti gli artisti con cui stringe rapporti in esclusiva. Dalla stretta collaborazione con Bruno Caruso nasce un progetto che diventa una mostra: Mitologia omerica di Bruno Caruso, con la partecipazione della federazione Federico II, 23 novembre del 2007 presso il Palazzo dei Normanni di Palermo. Una mostra straordinariamente ricca che raccoglie oltre 100 opere uniche che l’artista ha realizzato in esclusiva per il Centro d’Arte Raffaello. La galleria si fa editore di opere grafiche realizzate in esclusiva con Bruno Caruso, Renzo Meschis, Navarra, Gianbecchina.

Negli ultimi anni prende in mano le redini dell’attività di famiglia, la figlia Sabrina inaugurando il 4 dicembre 2015 la mostra La mia luce, un percorso tra sensazioni e colori mediterranei che segna il passaggio di consegne. La sua direzione artistica prosegue attraverso un fitto calendario di mostre: Terra e mare l’identità siciliana in Gianbecchina e Mattò, Francesco Toraldo Passioni movimentoRitratto alla passione di Rudy Koll, Alberto Beneventi Oltre i limiti e molte altre, sino ad arrivare alla grande mostra Happy Birthday: 30 grandi artisti, 30 opere straordinarie per festeggiare il 30º anniversario dell’attività del Centro d’Arte Raffaello inaugurata il 17 dicembre del 2017. Il grande entusiasmo di Sabrina unito alla sua voglia di rinnovamento, pur nel segno della tradizione segnata dall’eredità paterna, la porta a ricevere il premio “GDS” - grandi donne siciliane - le donne d’impresa un patrimonio nell’isola - storie di donne che hanno realizzato evidenziando le peculiarità dell’isola, organizzato dal Giornale Di Sicilia.

Il 19 ottobre del 2018 il Centro d'arte Raffaello, grazie alla lungimiranza di Sabrina, si sdoppia con una nuova sede, in via Notarbartolo 9/e, sempre a Palermo, non a caso nell’anno in cui la città è Capitale della Cultura, con una mostra di grande prestigio dedicata a Piero Guccione: Il Mediterraneo invisibile. Continua il suo impegno di direzione artistica attraverso l’organizzazione di mostre dal respiro più contemporaneo come: Sinapsi di Alessandro Costagliola, In principio era il cielo di Pierdonato Taccogna, Coming soon di Pupi Fuschi, Gestuale di RojasLeon, Forms di Evita Andujar e Sogno di Athos Faccincani.

Continuando la sua attività evolutiva con l’intento di contribuire alla crescita della galleria, curando lo sviluppo professionale dei nuovi talenti di respiro internazionale, Sabrina, pensa che sia arrivato il momento di ampliare la visibilità della galleria oltre che al territorio locale, a quello nazionale, per raggiungere un nuovo mercato attraverso l'uso di una piattaforma online in cui la sua galleria acquista la sua terza dimensione: quella virtuale. Nasce l'e-commerce www.raffaellogalleria.com in cui propone un’ampia selezione di artisti storicizzati e contemporanei, una vasta scelta di cataloghi di opere come quadri moderni astratti e quadri per soggiorno. La piattaforma online offre anche una serie di servizi di consulenza artistica, di arredo e di design d'interni, attraverso le varie forme d’arte e in una chiave del tutto nuova e al passo con i tempi. Inaugura la piattaforma attraverso la mostra virtuale Arte grafica dedicata alle opere multiple dei maestri siciliani Caruso Gianbecchina Meschis e Navarra. Estende la sua sfera di interesse anche alla fotografia organizzando una mostra virtuale dedicata al fotografo e architetto Marco Bennici Photographie. Queste mostre si susseguono riscuotendo grande successo anche in periodo di pandemia come quella dedicata al maestro Navarra, Congiunzioni tra astratto e reale, dove l'artista presenta per la prima volta su tutto il territorio nazionale le sue opere astratte, e, la mostra Artist dedicata ai grandi maestri del 900.

Tratto distintivo della nuova galleria sono gli eventi artistici, momenti in cui creare una commissione tra arti, la sinergia tra pittura, scultura, teatro, musica, danza. Inizia, anche una collaborazione con la casa editrice Edity, che fonda una collana di cataloghi d'arte contemporanea dedicati al Centro d'arte Raffaello.

Tra le mostre più prestigiose si annoverano:

Mirò “La metamorfosi della forma” Palermo, 18 marzo 2000;

Picasso “Il genio” Villa Niscemi, Palermo, 17 marzo 2001, con il patrocinio del Comune di Palermo e della provincia regionale di Palermo;

Top Art: Rassegna di opere uniche di arte moderna e contemporanea” Teatro Politeama Garibaldi, Palermo, 28 dicembre 2002;

Grandi maestri del 900” Chiesa del Carmine, Taormina, 29 marzo 2003;

Bruno Caruso “Mitologia omerica”, Palazzo reale, Palermo, 23 novembre del 2007, con la partecipazione della federazione Federico II;

Top Art a Cefalù” Ottagono Santa Caterina, Piazza Duomo, Cefalù, 1 agosto del 2017, in collaborazione con il Comune Cefalù;

Piero Guccione “Il Mediterraneo invisibile”, Centro d'arte Raffaello, Palermo, 18 ottobre 2018

Athos Faccincani “Sogno”, Centro d'arte Raffaello, Palermo, 06 ottobre 2019

Navarra “Congiunzioni tra astratto e reale”, Centro d'arte Raffaello, Palermo, 16 ottobre 2020