Assistenza

Siamo qui per aiutarti
+39 091 7574592

+39 339 2896464

Orario Uffici:

L 
16:30-19:30
M/M/G/V/S 
10-13:00 – 16:30-19:30 
D e F chiuso
Canale youtube
Immagine per il produttore Croce Taravella

Croce Taravella

Gli inizi

Croce Taravella, nato a Polizzi Generosa, nel 1964, è un pittore e scultore italiano. Consegue il diploma accademico presso l'Accademia di belle arti di Palermo e proprio da lì prende il via la sua carriera artistica. Intorno al 1982 e il 1985 conosce, a Napoli, Lucio Amelio che lo introdusse nell'ambiente artistico della città, conoscendo artisti di grande rilievo come Joseph Beuys, Andy Warhol, Robert Rauschenberg e Nino Longobardi, e da lì ha la possibilità di entrare in contatto con alcuni membri della Transavanguardia. Inizia elaborando uno stile di pittura sperimentale, utilizzando materiali di vario genere come cemento, colori ad olio e resine, dedicandosi contemporaneamente al disegno, all'incisione e alle installazioni. 

Le prime esposizioni

Attiva è la sua partecipazione a varie mostre collettive come “Necrofilia", a cura di Francesca Alfano Miglietti e Gaetano La Rosa e "Nuove Tendenze in Italia", insieme agli artisti Fathi Hassan, Maurizio Cattelan, Marco Lavagetto, Roberto Orlandi e Milton Principessa, curata da Edoardo Di Mauro; sempre durante la fine degli anni ‘80 presenta la sua prima personale, dal titolo "Santi Martiri", alla Galleria Neon di Bologna curata da Gaetano La Rosa. Nel 1990, a Palermo, fonda l'associazione culturale “Arte Moderna e Contemporanea” che organizzava mostre di artisti da Jannis Kounellis a Joseph Beuys. In quella sede fonda un'altra l'associazione denominata “Mondo Tondo" che coinvolgeva artisti europei interessati alla performance e alle installazioni in Sicilia. 

Gli anni della sperimentazione

A seguire si può assistere a una fase sperimentale dell’opera di Croce Taravella, che lo conduce alle installazioni di Land Art con cemento, ferro, legno e rottami intrisi di colore, impastati con stracci che, alla fine, rappresentano scenari naturali plastici, poi realizzati tra le montagne dell'entroterra siciliano, come a Mazzarino, a Nicosia e addirittura in Cina. A Berlino, vincendo una borsa di studio, in occasione di una edizione de "Il Genio di Palermo” ha la possibilità di esporre al Kunsthaus Tacheles con la mostra “Beton”, composta da sculture a dimensione umana che si rifanno idealmente alle catacombe dei Cappuccini di Palermo.

L'affermazione della sua nota stilistica

Tornato da Berlino, colpito dal legame con la realtà metropolitana tedesca, realizza il "Ciclo delle città", creando in tal modo una nuova pittura basata sul miscuglio di varie tecniche con un connubio tra grafica, incisione e pittura, utilizzando talvolta anche la manipolazione di immagini fotografiche, mostrando architetture urbane in continuo sviluppo. Nel 2004 espone la sua antologica al Museo Guttuso di Bagheria, curata da Eva Di Stefano, presentando l'installazione "Il grande guerriero", collocato nella stanza dello scirocco di Villa Cattolica. Dieci anni dopo, la Fondazione Sant'Elia di Palermo, organizza una retrospettiva nel Palazzo Sant'Elia, curata da Lea Mattarella con sessanta opere dal 2008 al 2014, dedicate agli scenari delle città, metropoli e luoghi vissuti dall'artista. Nel 2018 il Polo Museale regionale d’Arte Moderna e Contemporanea (Palazzo Belmonte Riso ) di Palermo gli organizza una personale dedicata ai “Cronotipi” con l'omonimo catalogo.

FAQ - DOMANDE FREQUENTI

Cosa raffigurano le opere del pittore Croce Taravella?

Le opere di Croce Taravella spesso raffigurano paesaggi urbani, astrazioni, ritratti e elementi naturali, tutti reinterpretati attraverso la sua particolare visione artistica. Utilizzando varie tecniche e materiali, Taravella crea opere che possono evocare sensazioni di trasformazione, riflessione e connessione con l'ambiente circostante. 

Cosa sono i Cronotipi di Croce Taravella?

In Croce Taravella le opere denominate “Cronotipi” sono composizioni di immagini che evocano sensazioni di feedback, sogni e memorie proiettate su alluminio. Tecnicamente, Taravella utilizza l'alluminio come supporto per la sua esplorazione visiva, creando uno spazio in cui convergono esperienze passate e presenti in una sequenza rassicurante o inquietante di immagini.

Come è realizzata una tecnica mista su alluminio?

La tecnica mista su alluminio è una tecnica pittorica che implica l'uso di diversi materiali e trattamenti, tra cui incisioni e combustioni,  sulla superficie di un pannello di alluminio. Questa tecnica consente all'artista di sperimentare con una vasta gamma di materiali, tra cui acrilici, oli, pastelli, resine e altri medium, per creare opere d'arte uniche e innovative. L'alluminio come supporto offre una base solida e resistente su cui lavorare, consentendo agli artisti di esplorare nuove possibilità espressive e di ottenere effetti visivi interessanti.

I quadri di Croce Taravella vanno incorniciati?

Poiché Croce Taravella utilizza l'alluminio come supporto per le sue opere, in molti casi i suoi quadri non richiedono necessariamente l'incorniciatura tradizionale. Tuttavia, la decisione di incorniciare o meno dipende dallo stile personale dell'artista e dalle preferenze estetiche dell'acquirente. Alcune opere potrebbero essere presentate senza cornice per evidenziare la modernità del supporto di alluminio, mentre altre potrebbero essere incorniciate per aggiungere un tocco di finitura o per adattarsi a determinati contesti decorativi.

Perchè Croce Taravella è un artista molto apprezzato?

Croce Taravella è considerato unico nel suo genere per la sua capacità di combinare tecniche tradizionali con un'interpretazione moderna e innovativa. Le sue opere spesso mescolano elementi figurativi con astratti, creando composizioni originali e suggestive. Inoltre, il suo approccio artistico può essere caratterizzato da una profonda riflessione filosofica o emotiva, conferendo alle sue opere un'intensità e una profondità uniche. Questo rende il suo lavoro distintivo e apprezzato nel panorama dell'arte contemporanea.

Gli inizi

Croce Taravella, nato a Polizzi Generosa, nel 1964, è un pittore e scultore italiano. Consegue il diploma accademico presso l'Accademia di belle arti di Palermo e proprio da lì prende il via la sua carriera artistica. Intorno al 1982 e il 1985 conosce, a Napoli, Lucio Amelio che lo introdusse nell'ambiente artistico della città, conoscendo artisti di grande rilievo come Joseph Beuys, Andy Warhol, Robert Rauschenberg e Nino Longobardi, e da...

Croce Taravella

Grandangolo 21x15 cm
€ 10,00

Marco Favata

Palermo musa 21x15 cm
€ 10,00

Croce Taravella

New York 1 28x41 cm
€ 1.800,00

Croce Taravella

Palermo 44 29x41 cm
€ 1.800,00

Croce Taravella

Porto 1 Pa 65x45 cm
€ 4.200,00

Croce Taravella

Porto 7 Pa 76x105 cm
€ 4.800,00

Croce Taravella

Porto 10 Pa 76x105 cm
€ 4.800,00

Croce Taravella

Porto 1 (PA) 76x105 cm
€ 4.800,00

Croce Taravella

Salita Raffadali Pa 78x105 cm
€ 4.800,00

Croce Taravella

Via Chiavetteri PA 77x103 cm
€ 4.800,00

Croce Taravella

Via Alloro 114x145 cm
€ 7.200,00

Croce Taravella

New York 3 110x144 cm
€ 7.200,00

Croce Taravella

Contrazione 2 110x143 cm
€ 7.200,00

Croce Taravella

Senza titolo (Vucciria- P.za Caracciolo) 110x143 cm
€ 7.200,00

Croce Taravella

Senza titolo (C.so Vittorio Emanuele) 110x143 cm
€ 7.200,00

Croce Taravella

Commutazione 4 152,5x203,5 cm
€ 9.800,00

Croce Taravella

Commutazione 2 152,5x203,5 cm
€ 9.800,00
Domande? Scrivici
Bisogno d'aiuto? Chatta con noi
un operatore ti risponderà quanto prima