Assistenza

Siamo qui per aiutarti
+39 091 7574592

Orario Uffici:

L 
16:30-19:30
M/M/G/V/S 
10-13:00 – 16:30-19:30 
D e F chiuso
Immagine per il produttore Evita Andújar

Evita Andújar

Nasce a Ècija, in Spagna, nel 1974. Dopo essersi laureata all’Accademia di Belle Arti di Siviglia con le specializzazioni di Pittura e di Restauro, ha frequentato diversi corsi di specializzazione di pittura e arte tra i quali il Corso Internazionale di Pittura a Cadice diretto dal pittore spagnolo Antonio López García. Dopo aver terminato anche i corsi di Dottorato, nel 2000 viene in Italia come borsista all’Accademia di Spagna in Roma. Realizza importanti restauri di affreschi come referente tecnico e restauratrice ad esempio la Scala Reggia del Vignola a Caprarola. Lo stretto contatto con gli affreschi sarà fondamentale per lo sviluppo posteriore della sua tecnica pittorica. Ha realizzato numerose mostre in Italia, Spagna, Inghilterra, Francia, Slovenia, Austria, Emirati Arabi e Giordania, esponendo con grandi artisti contemporanei e giovani artisti emergenti. Tra altre sedi ricordiamo le mostre personali alla Casa di Rigoletto a Mantova o al Museo P. Cavoti di Galatina e le mostre realizzate a Palazzo Reale e al Museo della Permanente di Milano, all’Arsenale di Venezia, alla Galleria Regionale di Palazzo Bellomo a Siracusa, ai Musei di San Salvatore in Lauro o alla Camera dei Deputati a Roma. Nel 2016 è stata scelta come artista in residenza al Progetto Bocs Art (Cosenza, IT) e nel 2017 ha vinto il premio residenza d’artista al Premio Marchionni (Sardegna, IT). Nel 2018 è stata invitata all’Ayla International Art Symposium III ad Aqaba (Giordania) e quest’anno al Cab International Art Symposium 5 ad Amman (Giordania). Le sue opere si trovano in importanti collezioni come quella della Fondazione Roma, della Collezione Bilotti al Museo Diocesano di Cosenza, nella Collezione Fondazione Benetton, al Museo SAC,S Agostino Contemporanea a Ortigia o nella Cairo Amman Bank. Dal 2000 vive e dipinge a Roma.

Evita si descrive come “una ragazzina con le scarpe nuove e l’anima in overdose”. Il suo approccio con l'arte esce in modo istintivo e naturale. Da molto piccola ha scoperto che con la matita e i pennelli si poteva viaggiare attraverso mondi paralleli e creare una via di accesso diretto tra lei e gli altri, senza bugie. L’emozionante consapevolezza di poter offrire altri punti di vista diversi da quelli preconfezionati. Si lascia ispirare dalla donna e dal suo stesso riflesso nello specchio facendo grande attenzione a ogni piccola sfumatura. La sua ricerca nasce come una riflessione sull’invasione dei social nel nostro modo di essere e comportarci, infatti, l’apparire ha preso il sopravvento sull’essere nella ricerca di un effimera notorietà attraverso i selfie. Assistiamo a un continuo bombardamento di immagini superficiali senza un vero contenuto. L’artista si appropria di questi selfie e li modifica, cancellando la loro individualità e cercando di andare oltre. Il nuovo “contenitore” è pronto per essere riempito. Frugando nel suo “diario” di vita inserisce riflessioni, pensieri, sentimenti ed emozioni vissuti da lei stessa. La nuova immagine non è più accattivante per la bellezza della ragazza in sé ma per il pathos che trasmette. La sua tecnica preferita è senza dubbio l’acrilico su tela: liquido, veloce, danzante. La tela di yuta di trama grossa, ruvida, con molta texture e pennelli quasi sempre piatti di diverse misura a seconda il passaggio. Predilige il gesto spontaneo, soprattutto all’inizio, a volte non c’e nemmeno l’abbozzo di un disegno preliminare di colore rosso come è il suo solito. Non c’e una gerarchia degli strati pittorici, a volte ci sono passaggi che lascia “alla prima” e altri che hanno una costruzione più elaborata. Quando ha raggiunto la sua armonia, trovando il rapporto giusto tra ogni singola parte e l’insieme, per l’artista il dipinto è libero di essere. Tutto questo rende il suo studio sopra ogni luogo, un prolungamento fisico di se stessa.

Nasce a Ècija, in Spagna, nel 1974. Dopo essersi laureata all’Accademia di Belle Arti di Siviglia con le specializzazioni di Pittura e di Restauro, ha frequentato diversi corsi di specializzazione di pittura e arte tra i quali il Corso Internazionale di Pittura a Cadice diretto dal pittore spagnolo Antonio López García. Dopo aver terminato anche i corsi di Dottorato, nel 2000 viene in Italia come borsista all’Accademia di Spagna in Roma. Realizza importanti restauri di affreschi come referente...

Evita Andújar

Immobile 45x45 cm
€ 1.400,00

Evita Andújar

In me (versione large) 90x80 cm
€ 2.600,00

Evita Andújar

Forms 21x15 cm
€ 10,00