Assistenza

Siamo qui per aiutarti
+39 091 7574592

Orario Uffici:

L 
16:30-19:30
M/M/G/V/S 
10-13:00 – 16:30-19:30 
D e F chiuso
Immagine per il produttore Gianni Dova

Gianni Dova

Gianni Dova, pittore italiano, nasce a Roma, l'8 gennaio del 1925. Durante l'adolescenza si trasferisce a Milano con la famiglia e proprio qui intraprende gli studi presso il Liceo Artistico di Brera con la prospettiva di continuare presso la Facoltà di Architettura della medesima città. Durante la guerra ebbe la possibilità di conoscere gli artisti dell’ambiente bohémien, che frequentavano i caffè letterari, tra questi vi erano Renato Guttuso, Emilio Vedova, Renato Birolli, Ennio Morlotti, Bruno Cassinari, Giuseppe Migneco e insieme a loro studiò l’importanza delle opere di Pablo Picasso. Il loro interesse viene rivolto in particolar modo all’opera “Guernica”, vista come simbolo della lotta degli artisti contro la barbarie. Ed è per tale motivo che all’inizio degli anni ‘40 aderì al Manifesto del Realismo "Oltre Guernica”. Nel 1945, inizio a frequentare l’Accademia di Belle Arti di Brera. Nel 1947 insieme a Lucio Fontana, Roberto Crippa, Giorgio Kaisserlian, Beniamino Joppolo, Milena Milani, Antonio Tullier, Sergio Dangelo, Carlo Cardazzo, Cesare Peverelli, Gian Carozzi aderì al Movimento Spazialista. Gianni Dova venne subito acclamato per le sue opere e tiene la sua prima personale alla Galleria del Cavallino di Venezia ed alla Galleria del Naviglio a Milano. Negli anni ’50 l’artista prende le distanze dalla pittura d'Astrazione Geometrica, prendendo parte alla mostra del MAC assieme a Vedova, Crippa, Fontana e Soldati. In seguito, grazie al suo stile continuamente in evoluzione, aderisce al movimento della Pittura Nucleare con Enrico Baj e Sergio Dangelo, realizzando opere che lo si avvicinano al Surrealismo con riferimenti all'arte di Max Ernst. Nel 1954 espone alla Biennale di Venezia a cui seguono grandi mostre internazionali in tutta Europa negli anni Sessanta e Settanta. Dova, muore a Pisa il 14 Ottobre del 1991, lasciando le sue orme nella grafica, nella pittura, nella scultura, nella ceramica e nella decorazione murale.

Gianni Dova, pittore italiano, nasce a Roma, l'8 gennaio del 1925. Durante l'adolescenza si trasferisce a Milano con la famiglia e proprio qui intraprende gli studi presso il Liceo Artistico di Brera con la prospettiva di continuare presso la Facoltà di Architettura della medesima città. Durante la guerra ebbe la possibilità di conoscere gli artisti dell’ambiente bohémien, che frequentavano i caffè letterari, tra questi vi erano Renato Guttuso, Emilio Vedova, Renato Birolli, Ennio Morlotti, Bruno...

Gianni Dova

Fiori di cactus 87x65 cm
€ 1.600,00