Assistenza

Siamo qui per aiutarti
+39 091 7574592

+39 339 2896464

Orario Uffici:

L 
16:30-19:30
M/M/G/V/S 
10-13:00 – 16:30-19:30 
D e F chiuso
Palermo musa
Orari

L 16:30-19:30 | M/M/G/V/S 10-13:00 – 16:30-19:30 | D e festivi chiuso

via Notarbartolo 9/e

90141 Palermo

Per saperne di più o prenotare una video call:

+39 339.2896464

info@raffaellogalleria.com

Ufficio Stampa

Marianna La Barbera

marigiornalista@gmail.com

Visita la mostra

Palermo musa

Tre artisti a confronto: Croce Taravella, Giorgio Prati, Marco Favata in una mostra dedicata a Palermo che prende il titolo di “Palermo Musa” a cura dell'antropologa Nina Giambona, che sarà inaugurata sabato 26 novembre, ore 18:00, presso il Centro d'arte Raffaello in via Notarbartolo 9/e a Palermo. L'esposizione, attraverso le opere di questi tre artisti, vuole esser vessillo di un simbolo di rinascita artistica per la città di Palermo. Durante l'evento interverranno il direttore artistico Sabrina Di Gesaro e l'antropologa Nina Giambona curatrice della mostra che descriveranno al pubblico i percorsi di questi tre artisti.

Ogni singolo artista è capace di rappresentare un mondo al quale sente di appartenere – commenta il direttore artistico del Centro d'arte Raffaello Sabrina Di Gesaro - contraddistinto da un linguaggio e da una poetica del tutto personale che lo rende unico ma rimane sempre parte di un tutto che lo raccoglie e ne definisce i contorni ed i confini. In questa mostra, composta come una narrazione a tre voci, quel tutto è Palermo, città natale dei tre artisti protagonisti: Croce Taravella, Giorgio Prati, Marco Favata. Tre interpreti diversi accomunati da uno sguardo rinnovato verso una rappresentazione figurativa che vuole omaggiare il nuovo splendore che vive Palermo negli ultimi anni. Tre visioni parallele che restituiscono un’immagine della città nella sua regale bellezza, nonostante i segni del tempo. La mostra è una esplorazione di Palermo attraverso la rappresentazione di luoghi iconici, simboli di una realtà aperta, accogliente, contraddittoria e sofferta. Una città che non dimentica il suo passato ma che lo vive e lo ricorda attraverso le facciate corrose, intaccare dal tempo, la cui bellezza decadente costituisce il suo fascino. Ho lungamente accarezzato questo progetto, l’ho pensato in una lenta costruzione in cui progressivamente mettevo a fuoco gli elementi che lo avrebbero composto. Era forte il richiamo verso l’idea progettuale di fondo: Omaggiare Palermo, la nostra città, così ricca di storia, cultura, folklore, tradizioni attraverso le visioni di tre artisti contemporanei che vi sono nati e vissuti. Questo il focus della mostra – conclude Sabrina Di Gesaro - rappresentare simbolicamente le loro visioni con sentimento intimo ed autentico, cogliendo con dovizia di particolari e capacità di astrazione magistralmente sintetizzate, il suo cuore pulsante, l’energia, i colori, l’unicità di questa città.”

Una mostra in cui il passato viene rielaborato e reinterpretato – commenta la curatrice Nina Giambona - tramite l’impegno profuso nelle opere, al fine di valorizzare e dare nuovo lustro alla tradizione. L’arte, si tramanda la memoria come esigenza e necessità umana; i tre artisti, Croce Taravella, Giorgio Prati e Marco Favata, attraverso i loro dipinti, riescono a mostrare quel cambiamento avvenuto nell’immaginario dell’uomo moderno. Cosa hanno in comune tre artisti così diversi artisticamente? Senz’altro, la loro terra natia; sono figli della medesima, appartengono ad un’unica medaglia, l’arte, pur con identità diverse. Quell’arte che ognuno di loro, con un linguaggio diverso, riesce a trasmettere in un insieme di forme, pensieri, idee, sentimenti che sanno di tradizione. Qualsiasi spazio espositivo non è mai un’entità statica ma una sorta di campo dove intervengono tre elementi fondamentali ed autonomi: chi realizza l’opera, chi la espone e chi va a visionarla in una interazione circolare. Consapevoli che tutto ciò che siamo oggi  – conclude lantropologa Nina Giambona - è figlio di un passato a cui apparteniamo e, pertanto , è essenziale conoscerlo per comprendere anche il nostro ruolo nel presente."

La serata d'inaugurazione sarà allietata dall'intrattenimento musicale Lounge & Deep House con Gerardo Vitale al sax accompagnato da dj set Tony Toné e dalla collaborazione di Treska cibo & convivio che organizzerà un cocktail di benvenuto. Nel corso della serata il maestro Giorgio Prati omaggerà agli ospiti intervenuti alcune litografie che ritraggono angoli di Palermo. La mostra sarà fruibile sino al 7 gennaio 2023(via Notarbartolo 9/e, 90141, Palermo) da lunedì a sabato, dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 16:30 alle 19:30. Festivi, domenica e lunedì mattina chiusi. Inoltre, grazie all'ausilio della dimensione digitale, sarà possibile visitare la mostra sulla piattaforma raffaellogalleria.comLa mostra è pubblicata sul catalogo Edity Edizioni disponibile in galleria e su e-commerce. Ingresso libero e gratuito.

 

Domande? Scrivici
Bisogno d'aiuto? Chatta con noi
un operatore ti risponderà quanto prima