Assistenza

Siamo qui per aiutarti
+39 091 7574592

+39 339 2896464

Orario Uffici:

L 
16:30-19:30
M/M/G/V/S 
10-13:00 – 16:30-19:30 
D e F chiuso

Renato Guttuso
Pannocchie su fondo scuro

€ 3.400,00
Artista: Renato Guttuso
Titolo: Pannocchie su fondo scuro
Misure: 71x100 cm
Tecnica: Grafica
Tiratura: Opera Multipla
Data: 1981 - 1990
Formato: L
Cod.: RGH080
Tutte le opere vengono imballate accuratamente e spedite senza cornice o vetro.
Tutte le opere sono accompagnate dal certificato di garanzia
DESCRIZIONE

Pannocchie a fondo scuro 1983, acquaforte, acquatinta e puntasecca, su rame, 48x65,5 cm, stampa a cinque colori su Carta Magnani 71X100 cm, tiratura 98 esemplari, XXV prove d’artista numerate da I a XXV e 25 Hors Commerce numerati da 1 a 25 H. C. a cura di Stampa Vigna Antoniniana Stamperia d’arte.

Opera pubblicata sul catalogo “Renato Guttuso | opere grafiche dal 1983 al 1987”, a cura di Renato Cardi e Luca Mereghetti, edito da “Maestri incisori s.r.l.”, distribuito da “Plumelia”.

Le pannocchie sono un tema ricorrente nell’opera di Guttuso. La serie di incisioni stampate con la Vigna Antoniniana ne ospita due versioni: questa e le “Pannocchie a fondo scuro”. Caratteristiche dell’arte di Guttuso quali l’incisività costruttiva del segno e l’espressionismo visionario del colore se esaltano qui con palese evidenza. L’acquatinta si giova di una tecnica raffinata, che fonde i cinque colori con scioltezza e libertà maggiori che una gouache. Le due pannocchie si staccano dal fondo e vengono contemporaneamente assorbite nel movimento di luce e di colore che non consente all’occhio di fermarsi. L’acquaforte è a tratti incisa profondamente, a tratti più leggera. Nel contrasto tra pieno e vuoto, tra scuro e chiaro, tra primo e secondo piano, sono giuocate la dinamicità e la drammaticità dell’immagine. Per questa stampa viene usata la puntasecca, che appare nel segno che struttura le pannocchie; è un segno che costruisce e nel contempo sfalda. Solo questa tecnica permette di ottenere un effetto simile; nel solco tracciato dalla puntasecca l’inchiostro nero viene assorbito e sfumato, fino a fonderlo, volendo, con gli altri valori cromatici. Così la stessa struttura partecipa dei giuochi di colore, ed in questa vivacità accesa di colore ritorna la Sicilia di Guttuso: il giallo e il rosso dell’infuocata estate siciliana. Ma è una Sicilia di emozioni cromatiche, di ricordi pittorici; una Sicilia di passione vitale, non un riferimento dell’intelligenza e della cultura.