Assistenza

Siamo qui per aiutarti
+39 091 7574592

Orario Uffici:

L 
16:30-19:30
M/M/G/V/S 
10-13:00 – 16:30-19:30 
D e F chiuso
Immagine per il produttore Pietro Annigoni

Pietro Annigoni

Pietro Annigoni fu un noto pittore italiano, nato a Milano il 7 giugno 1910. Frequenta l'Accademia di belle arti di Firenze, 1925 e la Scuola Libera del Nudo, grazie all’appoggio dei genitori. Successivamente , intraprendendo lunghi viaggi anche all’estero, ha la possibilità di perfezionare la sua tecnica artistica, passando anche diverse ore alla Biblioteca Ambrosiana per apprendere al meglio le tecniche applicate da Leonardo da Vinci. Ed è proprio questo il periodo più florido della sua formazione, sia a livello umano che artistico. Gia dall’inizio e sino alla fine della sua vita, la sua arte si caratterizza grazie al suo stile fedele alla realtà, utilizzando le tempere grasse con la grande maestria delle antiche tecniche pittoriche rinascimentali, entrando in netto contrasto con gli stili pittorici caratteristici del Modernismo e del Postmodernismo in voga nei suoi tempi. Nonostante cio, la sua fama cresce all’interno degli ambienti nobiliari italiani, dove la committenza vuole riconoscersi nell’arte. Proprio per questo viene ricordato come "Il pittore delle regine”, ma ebbe comunque una grande predilezione nel ritrarre anche persone comuni, in cui era abile nel descriverne fedelmente l'aspetto esteriore sia quello interiore. Negli anni '30 realizza un gran numero di  opere che rispecchiano il suo mondo: ritratti di amici, persone che incontra nelle osterie o per la strada, interni, nature morte; il suo stile riflette un atteggiamento eclettico: si possono infatti riconoscere le influenze di Dalì, nei suoi sfondi surreali, di Caravaggio nel chiaroscuro di determinate opere, ma anche di Maxfield Parrish nella leggerezza dei suoi volti femminili. Nel 1947 con Gregorio Sciltian e i fratelli Xavier e Antonio Bueno, è tra i firmatari del manifesto dei pittori moderni della realtà. Infatti, egli stesso sostiene: "Sono convinto che le opere dell'avanguardia d'oggi siano il frutto avvelenato di un degrado spirituale con tutte le conseguenze di una tragica perdita d'amore per la vita.”, ed è proprio per questo che, nella solitudine del suo studio, segue il suo stile personale che non verrà mai classificato come appartenente a qualche gruppo o corrente. Nel 1949, nel Regno Unito, realizza alcuni ritratti dei reali inglesi e di altri personaggi celebri e, nel 1955, riceve una commissione da parte della regina Elisabetta II. Il ritratto apparirà anche sui francobolli e su una banconota di Mauritius.  Si possono osservare gli affreschi di Annigoni a Firenze nel convento di San Marco (Discesa dalla Croce - Morte di Abele), in Piazza del Duomo a Firenze sulla facciata del palazzo della Misericordia, nella cappella delle benedizioni della basilica di Sant'Antonio di Padova, nel Duomo di Mirandola e in numerosi altri luoghi. Una delle sue opere più importanti è il ciclo pittorico della chiesa parrocchiale di San Michele Arcangelo a Ponte Buggianese, opera realizzata dal 1967 sino alla morte, con l'aiuto di vari allievi. Nel 2008 è stato aperto a villa Bardini a Firenze il "Museo Pietro Annigoni". Il pittore morì il 28 ottobre 1988.

Pietro Annigoni fu un noto pittore italiano, nato a Milano il 7 giugno 1910. Frequenta l'Accademia di belle arti di Firenze, 1925 e la Scuola Libera del Nudo, grazie all’appoggio dei genitori. Successivamente , intraprendendo lunghi viaggi anche all’estero, ha la possibilità di perfezionare la sua tecnica artistica, passando anche diverse ore alla Biblioteca Ambrosiana per apprendere al meglio le tecniche applicate da Leonardo da Vinci. Ed è proprio questo il periodo più florido della...

Pietro Annigoni

Daniela 71x51 cm
€ 1.000,00

Pietro Annigoni

Il patriarca 80x60 cm
€ 1.400,00

Pietro Annigoni

Il pescatore 60x40 cm
€ 800,00

Pietro Annigoni

Il profeta 80x60 cm
€ 1.400,00

Pietro Annigoni

Volto 20x15 cm
€ 4.800,00